Dr. Kirienko

Metodologia Ilizarov

Il Dott. Alexander Kirienko è nato in Russia, dove si laurea in Medicina e Chirurgia presso l’Università di Blagoveščensk nel 1982.

Dal 1982 al 1987 il Dott. Kirienko ha lavorato come medico chirurgo nella Divisione “Patologia mani e piedi” del Centro Ortopedico Traumatologico di Kurgan in Siberia, diretto dal Prof. G.A. Ilizarov.
In quegli anni il Dott. Kirienko si è specializzato nell’applicazione della metodica di Ilizarov, soprattutto nel campo delle malformazioni congenite degli arti superiori ed inferiori. Dal 1988 al 1992 è stato primario di questo reparto.
Trasferitosi in Italia dal dicembre del 1992 in qualità di borsista presso l’Ospedale San Raffaele di Milano, l’anno seguente si è laureato all’Università Statale di Milano, dove ha ottenuto anche l’abilitazione professionale.

Dal gennaio del 1994 il Dott. Kirienko è consulente libero professionista presso lo stesso Ospedale San Raffaele e dal 2001 dirige il Settore della fissazione esterna ed allungamenti ossei presso l’Ortho Center dell’Istituto Clinico Humanitas di Rozzano (MI).

Inoltre, è consulente esterno all’Istituto Ortopedico Galeazzi e all’Humanitas San Pio X, entrambi a Milano.
Il Dott. Kirienko è Membro di ASAMI International, SIOT e Affilation Member della American Academy of Orthopedic Surgeon.

Nel 1994 ha pubblicato il libro: Catagni M.A., Malzev V., Kirienko A. “Advances in Ilizarov Apparatus Assembly”. Medicalplastic srl, Milan, Italy p.155., ultima, 6° edizione nel 2005.

Nel 2004 ha pubblicato il libro: A.Kirienko. A. Villa, J Calhoun “Ilizarov Technique for Complex Foot and Ankle Deformities”, Marcel Decker for Francis &Taylor, Inc., New York, hard cover, p.459.

Le esperienze del Prof. Ilizarov hanno dimostrato che sotto lo stimolo di trazione il callo osseo, su fratture opportunamente prodotte chirurgicamente, può essere modellato per produrre l’allungamento e il raddrizzamento delle ossa lunghe degli arti superiori ed inferiori.

L’applicazione dell’apparato di Ilizarov è consigliabile per le fratture pluriframmentarie chiuse, le fratture esposte con o senza interessamento articolare e le fratture esposte con perdita di sostanza ossea.

Area di interesse:

  • Trattamento delle malformazione congenite dell’apparato muscolo scheletrico,
  • Deformità neurologiche degli arti, incluso poliomielite, spina bifida, neuro-miomiopatie
  • Correzione delle deformità costituzionali degli arti e del ginocchio (varismo, valgismo, torsione)
  • Prevenzione degli artrosi del ginocchio tramite riallineamento anatomico degli assi
  • Correzione delle deformità complesse dei piedi
  • Allungamento degli arti per la dismetria postraumatica o congenita
  • Allungamento estetico degli arti
  • Trattamento delle fratture esposte e complesse degli arti
  • Pseudoartrosi delle ossa lunghe degli arti inferiori (femore, gamba) e superiori (omero, avambraccio)
  • Infezione ossea (osteomielite)
  • Difetto postraumatico delle ossa lunghe
  • Accorciamento delle ossa delle mani e dei piedi (brachimetacarpia, brachimetatarsia)