[fusion_builder_container background_parallax=”none” enable_mobile=”no” parallax_speed=”0.3″ background_repeat=”no-repeat” background_position=”left top” video_aspect_ratio=”16:9″ video_mute=”yes” video_loop=”yes” fade=”no” padding_top=”20″ padding_bottom=”20″ hundred_percent=”no” equal_height_columns=”no” hide_on_mobile=”no” type=”legacy” border_sizes_top=”0px” border_sizes_bottom=”0px” border_sizes_left=”0px” border_sizes_right=”0px”][fusion_builder_row][fusion_builder_column type=”1_1″ layout=”1_1″ background_position=”left top” background_color=”” border_color=”” border_style=”solid” spacing=”yes” background_image=”” background_repeat=”no-repeat” padding_top=”” padding_right=”” padding_bottom=”” padding_left=”” margin_top=”0px” margin_bottom=”0px” class=”” id=”” animation_type=”” animation_speed=”0.3″ animation_direction=”left” hide_on_mobile=”no” center_content=”no” min_height=”none” last=”true” hover_type=”none” link=”” border_position=”all” align_self=”flex-start” border_sizes_top=”” border_sizes_bottom=”” border_sizes_left=”” border_sizes_right=”” first=”true”][fusion_text]

Fissatore Esapodalico

[/fusion_text][fusion_text]

La correzione delle deformità dei complessi multiplanari con il fissatore di Ilizarov richiede spesso la sostituzione dei componenti e degli snodi da 3 a 5 volte per ottenere il risultato definitivo. Ogni fase di cambiamento del montaggio dell’unita è un processo piuttosto laborioso, aumenta l’esposizione del paziente alla radiazione e rende necessari frequenti controlli radiografici.

Il problema di gestire la posizione dell’oggetto in uno spazio tridimensionale richiede soluzioni tecniche all’avanguardia. Una nuova direzione di sviluppo nel settore è l’applicazione dei fissatori exapodalici esterni. Hexapod è una struttura che consiste in due livelli di fissazione dei frammenti ossei, collegati da un sistema di 6 aste telescopiche (dette “strati”). Esistono diversi modelli di Hexapod, che si differenziano per il design delle aste di connessione e le piattaforme.

Modificando la lunghezza anche di una singola asta in Hexapod, si sposta una piattaforma rispetto alle altre in tre dimensioni. Per controllare e dirigere lo spostamento della piattaforma è quindi richiesto l’utilizzo di un computer. Applicato all’ortopedia, “Hexapod” può essere considerato come un sistema universale di riduzione che consente di spostare un anello con una traiettoria più breve.

[/fusion_text][/fusion_builder_column][fusion_builder_column type=”1_2″ layout=”1_2″ spacing=”” center_content=”no” hover_type=”none” link=”” min_height=”” hide_on_mobile=”small-visibility,medium-visibility,large-visibility” class=”” id=”” background_color=”” background_image=”” background_position=”left top” background_repeat=”no-repeat” border_color=”” border_style=”solid” border_position=”all” padding_top=”” padding_right=”” padding_bottom=”” padding_left=”” margin_top=”” margin_bottom=”” animation_type=”” animation_direction=”left” animation_speed=”0.3″ animation_offset=”” last=”false” border_sizes_top=”0″ border_sizes_bottom=”0″ border_sizes_left=”0″ border_sizes_right=”0″ first=”true” spacing_right=””][fusion_text]

I primi fissatori Hexapod sono stati sviluppati negli Stati Uniti e in Germania. L’unità Taylor Spatial Frame (TSF) – il cui uso è iniziato nel 1994 (Taylor JC, 1997) – e l’unità di Ilizarov Sistema Hexapod (IHS) – sviluppato nel 1999 (Seide K. et al ., 1999). Nel 2006, la Russia ha messo a punto un originale esapode transosseo: l’unità di Ortho-SUV. La possibilità di eseguire un’accurata correzione matematica della deformità senza necessità di sostituzioni del fissatore hanno reso questi dispositivi sempre più popolari nel trattamento delle fratture e nelle correzioni delle deformità complesse delle ossa lunghe (Paley D., 2005;. Seide K. et al, 2008; Solomin LN et al, 2009).

[/fusion_text][/fusion_builder_column][fusion_builder_column type=”1_2″ layout=”1_2″ spacing=”” center_content=”no” hover_type=”none” link=”” min_height=”” hide_on_mobile=”small-visibility,medium-visibility,large-visibility” class=”” id=”” background_color=”” background_image=”” background_position=”left top” background_repeat=”no-repeat” border_color=”” border_style=”solid” border_position=”all” padding_top=”” padding_right=”” padding_bottom=”” padding_left=”” margin_top=”” margin_bottom=”” animation_type=”” animation_direction=”left” animation_speed=”0.3″ animation_offset=”” last=”true” border_sizes_top=”0″ border_sizes_bottom=”0″ border_sizes_left=”0″ border_sizes_right=”0″ first=”false”][fusion_youtube id=”https://www.youtube.com/watch?v=3Pmy54cdPRI” autoplay=”false” hide_on_mobile=”small-visibility,medium-visibility,large-visibility” /][/fusion_builder_column][/fusion_builder_row][/fusion_builder_container]